L'ESTREMA IMPORTANZA DEL CORE IN OGNI SPORT COME NELLA VITA QUOTIDIANA

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Image

DOVE SI TROVA

Partiamo col dire che il core non ha esattamente una definizione anatomica ben precisa, addirittura ci sono molti dibattiti su quali muscoli lo compongono. Il core possiamo dire che è l'insieme di tanti muscoli. Con gli addominali nella parte anteriore, paraspinali e glutei nella parte posteriore, il diaframma come sommità, il pavimento pelvico e la cintura della muscolatura dell’anca come base. Come vedete è un motore centrale, che coinvolge diversi gruppi muscolari, i quali lavorano in sinergia per dare stabilità alla colonna vertebrale come già detto prima e inoltre, cosa molto importante è ciò che permette di trasferire l'energia dagli arti inferiore a quelli superiori, dove il tronco ne fa da arbitro.

Aumenta le nostre performance quotidiane e negli sport, oltre a prevenire il mal di schiena, nemico di moltissime persone.

 

In sostanza:

 

Al suo interno troviamo 29 coppie di muscoli che aiutano a stabilizzare il bacino, la colonna e le catene cinetiche durante i movimenti funzionali. Senza l’azione di questi muscoli la colonna diventerebbe meccanicamente instabile con forze di compressione minimo di 90 N. Quando questo motore lavora bene abbiamo una corretta distribuzione delle forze con minima compressione, traslazione, forze di taglio in corrispondenza delle articolazione. Questo significa che riusciamo a ottimizzare l'energia nei movimenti (generiamo più potenza), ottenendo performance migliori e prevenendo infortuni, che macchina complessa vero?

La colonna con dei muscoli forti sarà stabile, mentre se al contrario i muscoli saranno deboli la colonna sarà fragile, per renderla stabile bisognerà allenare il core con esercizi specifici.

PERCHE' E' IMPORTANTE

Ci sono due funzioni principali:

 

1- CONNESSIONE TRA ARTI SUPERIORI E INFERIORI:

Gli arti senza il sostegno del core, non riuscirebbero a generare molta energia, ma grazie alla potenza generata dalle anche si trasmette con efficienza. Il core da molti viene definito il motore che genera energia, ma in realtà io la vedo molto diversamente. L'energia viene trasmessa dal terreno, il piano di appoggio che calpestiamo, mentre il core regola questa energia, trasmettendola all'arto o gli arti che vengono coinvolti nei movimenti, permettendoci di sfruttarla al meglio. Ecco perché un core forte e quindi bel allenato, fa la differenza nelle prestazioni sportive, infatti non vedrete mai un grande atleta che ha un core debole.


2- PROTEZIONE E STABILITA'

La spina dorsale da sola non si manterrebbe dritta, ma dipende dall'insieme di diversi legamenti e muscoli, che le danno supporto e protezione. La funzione del core è inversa a quella degli arti inferiori e superiori, ovvero la sua funzione principale è quella di preservare l'immobilità della parte interna del tronco. Mentre le gambe e le braccia generano movimento. Perché ne impedisce la mobilità a tale punto? Per impedire sia nello sport che nei movimenti della vita quotidiana, lesioni e urti anche gravi durante i movimenti sia statici che dinamici.

BISOGNA FARE UNA PREMESSA

L'esercizio migliore non esiste, possono esserci esercizi che coinvolgono maggiormente determinate regioni del core, mentre altri stresseranno di più altri gruppi muscolari, ma tutto è importante e più varietà di esercizi siamo in grado di svolgere, più saremo completi e potenti.

Questo ci tengo a sottolinearlo perché sul web si trovano molti miti e leggende che potrei smontare in pochi istanti, sono sicuro che chi gli ha scritti non conosce affatto la materia in questione (oltre ad aver fatto poco sport nella propria vita), ma è bravo a farsi i conti in tasca. La difficoltà sta nel spiegare alle persone che le magie non esistono e ci vorrà tempo, questo a detta di alcuni farebbe scappare i clienti, per me è più importante divulgare le informazioni corrette, senza di quelle è meglio parlare di panini farciti. Volete essere in forma e quindi in salute? Come dico sempre, le magie non esistono, bisogna farsi il famoso "mazzo". Non significa dover strisciare per arrivare negli spogliatoi dopo allenamento, ma bisogna fare le cose fatte bene, per gradi e applicarsi sulle tecniche di esecuzione, questo è l'unico modo per poter eseguire movimenti sempre più complessi.

TEST DI STABILITA' DEL CORE

Esistono diversi esercizi per testare il proprio livello, ve ne citerò alcuni, che magari potreste provare a fare per conoscervi meglio.

I test sono i seguenti:

Prone extension endurance test

Si mantiene la posizione con il tronco parallelo alla linea di terra (al terreno), la media per considerare il test superato con successo è di 198 sec. per gli uomini e 197 sec. per le donne, senza sentire dolore e non ci essere una caduta del tronco superiore ai 5°-10°.

Image
Image

Prone instability test

In questo caso bisogna essere in due e chi vi affianca dev'essere un professionista (fisioterapista, chiropratico eccetera).

Il soggetto è prono, con le gambe fuori dal piano di appoggio e i piedi in appoggio al pavimento, il terapista applica una pressione antero- posteriore sulla colonna lombare con una valutazione del dolore. Il soggetto poi impegna gli estensori lombari alzando i piedi dal pavimento. Il test è positivo nel momento in cui il dolore viene provocato con la pressione e alleviato con l'estensione attiva, circostanza che indica che la stabilizzazione attiva da sollievo dal dolore.

Side bridge endurance test

Il soggetto si posiziona a terra in posizione laterale (o su macchinario), tenendo una linea retta tra busto e bacino. La tenuta media varia di ricerca in ricerca. La media è di 96,7 ± 24,9 sec a sinistra e 97,2 ± 21,4 a destra.

Image
Audax Fitness

Audax Fitness

Via Picenardi 10
Campagnola Emilia (RE)
42012

Tel. 3332983867

©2019 Audax Fitness. All Rights Reserved.
>Powerd By Alessi Enrico

Search